Recensione di Cabal (Versione Europea)

Copertina di Cabal (Versione Europea)
Editore
Ocean
Anno
1989
Genere
Sparatutto, Crosshair, Coin-Op
Scheda gioco
Recensione di
MarC-ello
Pubblicata il
24-02-2005
Media voti
8.2


Cabal Screenshot #01

Uno contro tutti. E' la storia di un soldato "stile Rambo" che, noncurante delle interminabili schiere di soldati che la pensano diversamente da lui, si è deciso a risolvere da solo le controversie togliendo dalla circolazione tutto e tutti. Diplomazia: che roba è? Il soldato in questione è, guarda caso, l'intrepido protagonista di Cabal.

Il gioco è composto da un totale di 5 livelli, ciascuno suddiviso in 4 sottolivelli. Tecnicamente ci troviamo di fronte ad uno shoot'em-up a schermo fisso con mirino, altresì detto Crosshair.

Durante il caricamento viene mostrata una immagine del titolo veramente molto bella. Mi piace particolarmente perché è colorata e dettagliata. L'espressione concitata del soldato in primo piano è inoltre resa egregiamente, ed il colore della pelle è molto credibile! Al termine del caricamento, ci ritroviamo davanti una schermata introduttiva, con un gradevole font in corsivo, che ci narra la storia del gioco e ci da le istruzioni.

Da un punto di vista grafico, il gioco si difende davvero bene. Il paesaggio è infatti rappresentato accuratamente, mediante un uso oculato dei colori e un'ottima attenzione ai particolari. Si possono infatti osservare delle case piene di dettagli, dei muri e delle torri nei quali sono perfettamente riconoscibili i singoli mattoncini, vegetazione rappresentata con una scelta dei colori magistrale, ecc... Lo sprite principale è colorato ma al contempo molto definito grazie al ricorso alla tecnica di Sprite Overlay.

Cabal Screenshot #02Notevole anche il livello grafico raggiunto nella rappresentazione dei nemici: soldati, carri armati, elicotteri, aerei e tutti i vari elementi si presentano ai nostri occhi gradevoli e nitidi. Trovo particolarmente ben disegnati gli elicotteri, poiché piuttosto aderenti alla realtà (inoltre l'elica è animata molto bene). Un grande pregio è dato dalle grandi dimensioni dell'area di gioco, la quale occupa l'intero schermo visibile, in quanto le informazioni e i punteggi sono comodamente visualizzati in corrispondenza del bordo (vidi per la prima volta in questo videogioco le scritte sul bordo... e proprio non riuscivo a capire, visto che allora programmavo solo in BASIC, come potessero essere realizzate. Ai miei occhi era semplicemente... magia pura!).

Il movimento è sempre fluido e realistico, ed è stata adottata una notevole cura nella realizzazione grafica delle esplosioni (ricordo che le ammiravo, in tutto lo splendore dei loro singoli fotogrammi, premendo ripetutamente il tasto di pausa on/off... ne usciva fuori una sorta di rallentatore!). Una pecca è data dal fatto che nel menu e nella classifica viene utilizzato il font di sistema. Tuttavia, questa piccolissima mancanza è largamente compensata dal fatto che le scritte vengono rappresentate abilmente sopra le immagini.I grafici (Karen Davies, Ivan Davies) hanno dunque fatto un gran lavoro, considerate anche le sofisticate animazioni presenti in tutto il gioco, con riferimento particolare ai nemici di fine livello.

Cabal Screenshot #03

La musica è presente soltanto nell'introduzione, ma è molto orecchiabile. Il musicista (Keith Tinman) è riuscito a creare una perfetta atmosfera militare (mancano solo gli urli dei superiori!), incitando il giocatore a battersi ed a portare a termine la propria missione. Degna di nota la qualità degli strumenti (trombe e percussioni in particolare).

Durante il gioco, ci dimentichiamo della mancanza della musica grazie a degli effetti sonori veramente ben fatti. Si nota per prima cosa il rumore della mitragliatrice, particolarmente realistico. Ricordo che quando ci giocavo con gli amici, questo effetto sonoro ci gasava particolarmente! Di gran qualità anche gli altri effetti: il rumore assordante delle mura che cadono, le esplosioni, ecc...

Anche se il tema della guerra non è certo divertente, ricordandoci che si tratta soltanto di un gioco, il divertimento è assicurato! Bisogna avere dei riflessi prontissimi, stando sempre attenti ad evitare le miriadi di proiettili e bombe che ci vengono scagliati addosso. Uccidendo alcuni nemici otteniamo delle armi supplementari, quali bombe e bazooka.

Cabal Screenshot #04

Spesso queste armi compaiono nella parte opposta a dove ci troviamo... ed è una grande emozione spostarci da una parte all'altra dello schermo, poiché i rischi sono molto elevati. Certo, una volta acquisite le armi più potenti, è una goduria imbottire di proiettili a più non posso i nostri nemici, verso i quali, dopo appena qualche minuto di gioco, proviamo già un odio smodato pur non avendo la più pallida idea di che cosa ci abbiano fatto!

La giocabilità è dunque eccellente, considerata anche la diversificazione dei nemici che ci troviamo davanti e la maestria con la quale sono stati programmati gli avversari di fine livello. In alcuni schermi, la situazione diventa veramente concitata; ci ritroviamo davanti quantità impressionanti di mezzi militari e soldati, tutti contro di noi (panico)! Ma con il giusto allenamento, sarà possibile uscirne indenni, visto che il livello di difficoltà è stato tarato in una maniera eccellente: il gioco non è certamente facile da portare a termine, ma neanche impossibile.

Il giocatore deve agire inoltre in maniera strategica: le bombe sono spesso fondamentali per distruggere i nemici di fine livello, ma essendo ad esaurimento bisogna stare attenti a dosarle nel modo giusto. E' inoltre più che accattivante il sistema di raccoglimento delle bombe supplementari! Esistono in fatti dei trucchi per ottenerne in gran numero!

Cabal Screenshot #09Ad esempio, gli aerei sono soliti lanciarci due missili. Se riusciamo a colpire entrambi i missili prima che cadano, otteniamo come premio una bomba. Inoltre, quando colpiamo i soldati con la divisa di colore grigio chiaro, questi non muoiono ma rimangono a terra feriti. A recuperarli si presentano due soldati con una barella. Se colpiamo la barella, spesso otteniamo come premio due bombe! Questi fatti rendono il gioco ancora più divertente, sebbene in un secondo momento viene da chiedersi se sia giusto che il gioco ci premi per aver commesso un'azione talmente ripugnante.

Molto azzeccato è pure il sistema di controllo del personaggio principale. Quando non spariamo, il nostro intrepido amico può essere spostato verso destra o verso sinistra e, mentre spariamo, lo spostamento interessa unicamente il mirino, il cui movimento è fluido e preciso: in tal modo, possiamo prendere la mira rapidamente e dare atto alla nostra opera di sterminio (morite, bastardi!). Per lanciare le bombe, dobbiamo utilizzare la barra spaziatrice.

Cabal Screenshot #12Questo è un inconveniente ma ovviamente abbiamo una sola tipologia di pulsante nel joystick. In ogni caso, con un po' di allenamento si riesce benissimo a destreggiarsi fra joystick e tastiera con la dovuta rapidità. Ricordo che davo alla barra dello spazio delle botte veramente sonore (sentivo le molle vibrare come le corde simpatiche di un sitar)... tanto è vero che una volta mi era quasi uscita dal suo alloggiamento!Ciascun sottolivello termina distruggendo una certa quantità di nemici.

Un indicatore nel basso del video ci indica quanto manca alla fine del livello; ciò costituisce un'utile informazione che arricchisce il livello di "godibilità" di questo videogioco (forza, basta che faccio saltare un carro armato ed il livello è completato... coraggio!).

Pagella Finale

Grafica: 9/10

Pregevole raffinatezza nella rappresentazione di tutti gli elementi grafici del gioco.

Musica: 8/10

Molto gradevole la musica nell'introduzione. Gli effetti sonori presenti durante il gioco sono alquanto realistici. Particolarmente aderente alla realtà il suono della mitragliatrice.

Giocabilità: 9/10

All'inizio sembra incredibile riuscire a sconfiggere tutti quei nemici. Ma ci si rende conto, con un po' di allenamento, che ciò è possibile, e con il passare del tempo si comincia ad apprezzare non solo la concitazione ma anche la componente strategica presente nel gioco.

Totale: 9/10

Un ottimo titolo. Uno sparatutto ben realizzato e godibile (vedrete come vi riduco, nemici dei miei stivali! Carri armati, elicotteri e aerei? Ferri vecchi!).
Nota: La pagella finale è stata abolita nel 2007.
Commodore 64
Utenti Online
Ciao, ospite!
(Login | Registrati)

Cerca un gioco
Random Game
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Bloodwych
"Cavoli, ma nessuno ha mai giocato Bloodwych? Buon Dio, ricordo ancora quanto ho consumato una cassetta da 10 minuti per i salvataggi. Un gioco che già prima di iniziare mi faceva godere (la scelta dei personaggi era una parte che adoravo). Complicato al punto giusto, sapeva dar gioie agli intrepidi e mazzate agli stupidi. Io, ovviamente, facevo parte un pò entrambe le categorie, ma l'ho giocato davvero fino allo sfinimento. Fino a quando, un compagno di scuola non mi portò a casa sua e mi fece provare "Eye of the Beholder II" su Amiga...."
- Scritto da Nicco
Ult. Commento Art.
C64 & Pirateria #00: Introduzione
"Molte di quelle riviste con cassetta contenevano anche recensioni di giochi "ufficiali" e altri articoli; ho scoperto (magari lo sapevate già, ma non mi pare che se ne parli in questo sito) che alcune di queste recensioni sono traduzioni più o ..."
- Scritto da Kirie e Leison
Ospitato su