News Completa

Giochi - Novità

Autore: Raffox - Pubblicato il 11 agosto 2016

Avrete sicuramente notato anche voi di come in questi ultimi mesi  le produzioni videoludiche per ilPhase Out V2.0 Commodore 64 si siano sensibilmente, inaspettatamente intensificate. Tra i tanti titoli rilasciati questa volta vogliamo segnalarvene un paio che a nostro avviso meritano particolare attenzione, vuoi per l'originalità, vuoi per la bellezza grafica... ma forse... per entrambi gli aspetti. Il primo videogioco che vi segnaliamo è Phase Out V2.0, un LPE (Level Pack Edition) del già noto Phase Out pubblicato originariamente con label Psytronik nell'aprile del 2014. Si tratta quindi del medesimo game però con ben 45 nuovi livelli da giocare, pensati da Roy Fielding. Questo puzzle game è ideato da Ernst Neubeck, con le eccellenti collaborazioni di altri artisti molto conosciuti e apprezzati nella scena, tra cui Steven "STE" Day, Peter "Devilock" Stiekmann e Alex "Taxim" Ney. È commercializzato da INC-X Software in versione floppy disk. Inoltre, visitando questo link è possibile scaricare una demo di 7 livelli di Phase Out 1.4.

Spaceman Splorf

C'è poi da menzionare Spaceman Splorf: Planet of Doom, anche se con un po' di ritardo rispetto al rilascio ufficiale avvenuto a fine febbraio di quest'anno. Per chi se lo fosse perso, si tratta di un simpatico arcade in cui è necessaria una buona dose di prontezza di riflessi, decisioni rapide e destrezza. L'inconfondibile stile grafico di Vanja "Mermaid" Utne rende sempre onore ai 16 colori del Commodore 64. Questo game è distribuito gratuitamente da Pond Software il cui sito, oltretutto, offre interessanti anticipazioni su cosa bolle in pentola... e non è poco! In conclusione, siamo certi che condividerete con noi l'auspicio che questo momento particolarmente florido di release per il Commodore 64 persista il più a lungo possibile.

 

Buon Ferragosto a tutti!


Torna in Home Page - Visualizza tutte le news
Commodore 64
Utenti Online
Ciao, ospite!
(Login | Registrati)

Cerca un gioco
Random Game
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Katakis
"La diatriba Katakis vs Armalyte è sempre esistita, e anche da piccolino (Armalyte però lo conoscevo col nome Campi Stellari su una cassetta scrausa) ne "discutevo" simpaticamente con i miei amici. Oggi da adulto retrogamers, dopo averli rigiocati e finiti nuovamente entrambi, la mia opinione onestamente resta la medesima, e cioè che Katakis è superiore ad Armalyte poiché più accessibile e giocabile. Se da un lato di puro sblastamento Armalyte è superiore a Katakis per via di uno schermo più vasto e più possibilità di dinamicità e di spostamento, è pur vero che quest'ultimo è quasi impossibile da portare a termine. Katakis, diversamente, ci viene incontro attraverso un sistema di armi studiato a pennello, che non abbandona il videogiocatore proprio quando ne ha più bisogno e ci regala una vita extra per ogni livello superato, basta questo? Tecnicamente, poi, Armalyte si può solo sognare il parallasse multistrato di Katakis, la sua varietà degli ambienti, i colori e la musica (e che musica) in game. Sì, ok, Katakis è pieno di bug, le collisioni sono pessime e i boss di fine livello sono solo un pretesto scenografico da sborone, ma cacchio è bello affrontarli e,soprattutto,è DIVERTENTE!La voglia di proseguire è sempre lì che ci fa cliccare sul pulsante fire per ricominciare una nuova partita, consapevoli che riusciremo ad arrivare più in la dell'ultima appena finita. Entrambi titoli da giocare e gustarsi in pieno e nel pieno rispetto dello stile retrò, ma Katakis è un'altra cosa punto!"
- Scritto da Amy-Mor
Ult. Commento Art.
Intervista ad Antony Hager e Paul Docherty
"Intervista da pelle d'oca e molto interessante!Non immaginavo minimamente che dietro la fase di guida di VENDETTA ci fosse la mano "DriftEsperta"di Butler, dopo eoni si scoprono cose e si comprende meglio il perchè di tale qualità.GRAZIE ..."
- Scritto da Amy-Mor
Ospitato su