News Completa

Soft N. 11 e Jackson Soft Adventure - Etrusk [AGGIORNATA]

Autore: eregil - Pubblicato il 20 giugno 2015

Custodia EtruskOggi rendiamo disponibile un dump dell'adventure Etrusk di Marcello Giombini, così come pubblicata nella collana Jackson Soft Adventure, unitamente alle scansioni della cassetta. Ringraziamo David per il ritrovamento e la digitalizzazione del materiale, che trovate nella scheda della rivista.

Inoltre, grazie a Biappi che per la prima volta contribuisce al sito, abbiamo reperito la cassetta di Soft N. 11, parte della collana edita in Italia da Tecniche Nuove. Presumiamo che la data di questa pubblicazione sia Novembre 1985, ma poiché non abbiamo a disposizione la rivista gradiamo eventuali correzioni al riguardo. Il dump, le scansioni e tutti i fix (alquanto numerosi) sono ad opera di fab.

Buon weekend e alla prossima.

Aggiornamento del 23 giugno 2015: l'archivio di Soft N. 11 è stato ricaricato inserendo un file readme.txt aggiornato con due precisazioni: non era stata menzionata una correzione dell'introduzione, e la nightly build di VICE (xplus4) è necessaria solamente per leggere i giochi C16 dal lato B completo, mentre non è necessaria per leggere il file tap con i soli giochi C16. Le immagini tap sono identiche al file originale pubblicato il 20 giugno.


Torna in Home Page - Visualizza tutte le news
Commodore 64
Utenti Online
Ciao, ospite!
(Login | Registrati)

Cerca un gioco
Random Game
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Katakis
"La diatriba Katakis vs Armalyte è sempre esistita, e anche da piccolino (Armalyte però lo conoscevo col nome Campi Stellari su una cassetta scrausa) ne "discutevo" simpaticamente con i miei amici. Oggi da adulto retrogamers, dopo averli rigiocati e finiti nuovamente entrambi, la mia opinione onestamente resta la medesima, e cioè che Katakis è superiore ad Armalyte poiché più accessibile e giocabile. Se da un lato di puro sblastamento Armalyte è superiore a Katakis per via di uno schermo più vasto e più possibilità di dinamicità e di spostamento, è pur vero che quest'ultimo è quasi impossibile da portare a termine. Katakis, diversamente, ci viene incontro attraverso un sistema di armi studiato a pennello, che non abbandona il videogiocatore proprio quando ne ha più bisogno e ci regala una vita extra per ogni livello superato, basta questo? Tecnicamente, poi, Armalyte si può solo sognare il parallasse multistrato di Katakis, la sua varietà degli ambienti, i colori e la musica (e che musica) in game. Sì, ok, Katakis è pieno di bug, le collisioni sono pessime e i boss di fine livello sono solo un pretesto scenografico da sborone, ma cacchio è bello affrontarli e,soprattutto,è DIVERTENTE!La voglia di proseguire è sempre lì che ci fa cliccare sul pulsante fire per ricominciare una nuova partita, consapevoli che riusciremo ad arrivare più in la dell'ultima appena finita. Entrambi titoli da giocare e gustarsi in pieno e nel pieno rispetto dello stile retrò, ma Katakis è un'altra cosa punto!"
- Scritto da Amy-Mor
Ult. Commento Art.
Intervista ad Antony Hager e Paul Docherty
"Intervista da pelle d'oca e molto interessante!Non immaginavo minimamente che dietro la fase di guida di VENDETTA ci fosse la mano "DriftEsperta"di Butler, dopo eoni si scoprono cose e si comprende meglio il perchè di tale qualità.GRAZIE ..."
- Scritto da Amy-Mor
Ospitato su