Forth per VIC20 e CBM64
copertina
Editore Gruppo Editoriale Jackson
Autore/i Giacomino Balsini, Gio. Federico Baglioni
Data Pubbl. 1983
Pagine 150
Formato 15x21 cm
Inserito il 19 gennaio 2009
Crediti Gianfranco (scansioni)
Scansioni Scarica
Dimensione: 23835Kb.
Software Non disponibile.

Descrizione & Note


Il libro si pone come obiettivo principale quello di spiegare la programmazione in Forth, linguaggio che dopo essersi affermato in campo scientifico e industriale, sta ora diffondendosi anche a livello di personal computer.

In modo agile e scorrevole vengono spiegati al lettore i vantaggi del Forth rispetto ad altri linguaggi: l'elevata velocità di elaborazione (inferiore in molti casi solo del 10% rispetto al linguaggio macchina) e la compattezza di programmazione, caratteristiche che rendono il Forth estremamente adatto all'impiego in applicazioni in tempo reale oppure in campo gestionale.

Pur svolgendo un discorso generale sul Forth, nel libro viene fatto riferimento a una implementazione del linguaggio disponibile sui computer Commodore VIC20 e CBM64. Questa versione del Fort, peraltro molto simile a quella disponibile per altri personal computer quali, ad esempio, lo ZX SPECTRUM, presenta delle differenze minime rispetto alla versione standard, volute per meglio sfruttare le capacità di suono e colore proprie del VIC20 e CBM64.

Il libro si sviluppa su due piani: il primo costituisce il "manuale" di apprendimento delle regole e dei principi del Forth (primi 10 capitoli e Appendici A, B); il secondo, passando da un discorso generale a uno specifico, spiega l'uso del Forth con il VIC20 e CBM64.

Arricchiscono infine il libro ben quattordici programmi, dal trattamento di stringhe al Programma Musicale, di cui viene data una dettagliata spiegazione del funzionamento e il diagramma di flusso.

Commodore 64
Utenti Online
Ciao, ospite!
(Login | Registrati)

Cerca un gioco
Random Game
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Pit, The
"Sarò scarso anche io come Tyrant, ma è davvero fastidioso che per imboccare una galleria bisogna spaccare il pixel, altrimenti l'omino si pianta lì o si mette a allargare la galleria di un pixel. Un gioco che venne giustamente surclassato dal contemporaneo Dig Dug, tanto in sala giochi quanto sul C64"
- Scritto da Kirie e Leison
Ult. Commento Art.
Alieni, piccioni e palline da golf (parte 2)
"Articolo fantastico! Finalmente sono riuscito ad avere un'idea più chiara di come possano essere contenuti i video nel piccolo spazio offerto dal C64! Grazie davvero per divulgare le tue conoscenze - e il tuo lavoro è davvero notevole! "
- Scritto da MarC-ello
Ospitato su