Menu Alfabetico
#
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Boulder Dash
Editore First Star Software Musica -
Copyright - Titlescreen -
Serie Boulder Dash Genere Arcade, Boulder Dash
Anno 1984 Recensione -
Sviluppatore - Download -
Codice Peter Liepa Extras Manuale (scansioni)
Grafica - Link Esterni Lemon64, GB64, CSDb*, Sfodb*.
Loggati o Registrati
per votare.
Il tuo voto:
N/A
Voto Totale:
8 (13 voti)
Commenti
Commenta gioco Ci sono 4 commenti per questo gioco! Registrati se vuoi lasciarne uno.
Voto:
10
"Pietra Miliare" e' un'espressione che si addice bene a questo gioco, un classico tra il puzzle-game e l'arcade. Immediato da capire, ma assolutamente non ovvio nella risoluzione dei livelli. Il tempismo richiesto in certe situazioni garantisce una certa longevita', visto che anche dopo aver imparato cosa si deve fare per risolvere un livello non si e' certi di riuscire sempre a farlo. Grazie al construction set pubblicato, ha generato centinaia di livelli aggiuntivi creati dagli appassionati facilmente rintracciabili in rete.
Profilo di Demon sul Forum - postato da Demon (47) - 04-07-2013 [04:35]
Voto:
9
Ingegnoso,finemente costruito e coinvolgente.Aggettivi che Boulderdash merita in pieno.Da segnalare la musichetta,aveva un qualcosa di ipnotico pur non essendo esattamente quanto di meglio il SID ha da offrire.
Profilo di AggRoger sul Forum - postato da AggRoger (401) - 31-08-2007 [10:59]
Voto:
N/D
Un mito tra il suo genere. Esistevano forse decine di varianti di questo gioco, tutte bellissime. Indimenticabili diamantini che ti cascavano sulla testa. Il mio livello preferito, che chiamavo "le zucche verdi" (a dfferenza della zucca gialla, cauldron 2 :) ) era quello nel quale bisognava liberare una ventina di zucche verdi assatanate, e l'unico modo per finire il livello ero quello di ammazzarle per ottenere diamanti. Mai riuscito a finire, ma mai rimpianto un tentativo :)
Profilo di Galadh sul Forum - postato da Galadh (28) - 01-04-2007 [05:10]
Voto:
N/D
Assolutamente imperdibile questo Boulder Dash. Puzzle game alla grande, dai chi non lo conosce, esiste in migliaia di versioni, ora anche per GBA con tanto di schermo roteante!!. Scopo del gioco? Prendere un tot numero di diamanti scervellandosi tra rocce incastonate in modo bizzarro. Bello il livello "Pegasus" dove correndo si vedono tutte le rocce cadere alle tue spalle...proprio come faceva Pegasus in un episodio dei cavalieri dello zodiaco. Ecco perchè lo battezzai così.
@ - postato da Antonio - 12-02-2004 [17:35]
Commodore 64
Utenti Online
Ciao, ospite!
(Login | Registrati)

Cerca un gioco
Random Game
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Katakis
"La diatriba Katakis vs Armalyte è sempre esistita, e anche da piccolino (Armalyte però lo conoscevo col nome Campi Stellari su una cassetta scrausa) ne "discutevo" simpaticamente con i miei amici. Oggi da adulto retrogamers, dopo averli rigiocati e finiti nuovamente entrambi, la mia opinione onestamente resta la medesima, e cioè che Katakis è superiore ad Armalyte poiché più accessibile e giocabile. Se da un lato di puro sblastamento Armalyte è superiore a Katakis per via di uno schermo più vasto e più possibilità di dinamicità e di spostamento, è pur vero che quest'ultimo è quasi impossibile da portare a termine. Katakis, diversamente, ci viene incontro attraverso un sistema di armi studiato a pennello, che non abbandona il videogiocatore proprio quando ne ha più bisogno e ci regala una vita extra per ogni livello superato, basta questo? Tecnicamente, poi, Armalyte si può solo sognare il parallasse multistrato di Katakis, la sua varietà degli ambienti, i colori e la musica (e che musica) in game. Sì, ok, Katakis è pieno di bug, le collisioni sono pessime e i boss di fine livello sono solo un pretesto scenografico da sborone, ma cacchio è bello affrontarli e,soprattutto,è DIVERTENTE!La voglia di proseguire è sempre lì che ci fa cliccare sul pulsante fire per ricominciare una nuova partita, consapevoli che riusciremo ad arrivare più in la dell'ultima appena finita. Entrambi titoli da giocare e gustarsi in pieno e nel pieno rispetto dello stile retrò, ma Katakis è un'altra cosa punto!"
- Scritto da Amy-Mor
Ult. Commento Art.
Intervista ad Antony Hager e Paul Docherty
"Intervista da pelle d'oca e molto interessante!Non immaginavo minimamente che dietro la fase di guida di VENDETTA ci fosse la mano "DriftEsperta"di Butler, dopo eoni si scoprono cose e si comprende meglio il perchè di tale qualità.GRAZIE ..."
- Scritto da Amy-Mor
Ospitato su