Menu Alfabetico
#
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Last Battle
Editore Elite Musica Neil Crossley
Copyright Sega Titlescreen -
Serie - Genere Arcade, Picchiaduro
Anno 1991 Recensione -
Sviluppatore Images Software Download -
Codice - Extras -
Grafica - Link Esterni Lemon64, GB64, CSDb*, Sfodb*.
Loggati o Registrati
per votare.
Il tuo voto:
N/A
Voto Totale:
4.5 (8 voti)
Commenti
Commenta gioco Ci sono 7 commenti per questo gioco! Registrati se vuoi lasciarne uno.
Voto:
N/D
Qunado uscì 20 anni fa (sigh!) corsi a comprarlo, aspettando il gioco di Kenshiro per C64... A parte la grafica e i nomi, che sono difetti diciamo anche trascurabili, una giocabilità relativamente monotona, la grave mancanza di questo gioco (ed è all'occhio di tutti) è il sangue... non si può fare un gioco di Kenshiro senza effetti splatter, ce li aveva Creatures, perchè questo gioco no? L'accorciata versione Amiga aggirava questa censura con un cheat, e su C64? Niente...
Profilo di coach sul Forum - postato da coach (79) - 09-09-2011 [11:32]
Voto:
3
Se anni fa qualcuno mi avesse accennato l' esistenza sul Cbm di un videogame relativo al mitico "uomo delle sette stelle di hokuto" lo avrei preso per un fanatico eretico! Invece Last Battle è proprio (o almeno vorrebbe esserlo!) questo. Un altra cosa che questo titolo aspira ad essere è una trasposizione dignitosa del omonimo uscito su sistemi a 16bit, ed invece in questo caso l' eresia si fa evidente! Ambientazione e sprite fastidiosamente granulosi fanno da contorno ad un gameplay irrisorio e monotono, non da meno il controllo del nostro povero successore della divina scuola di hokuto lascia basiti per lentezza e macchinosità nella risposta ai comandi. Un flop totale!
Profilo di ALEXCALTAS sul Forum - postato da ALEXCALTAS (136) - 09-09-2011 [09:10]
Voto:
4
Da esegeta mancato di Kenshiro ho giuocato questo titolo con imparziale distacco. Mi sono sempre mostrato accondiscendente verso alcuni giochi Elite nonostante debolezze congenite (fattore di conversione, grafica ecc..), per motivi nostalgici ma anche perché vi trovavo qualità che non li facevano così sprezzabili nell’insieme. Nonostante questo, non riesco a non reputare LB un gioco scarso, quasi farsesco, con livelli brevi e identici l’uno con l’altro, con sprite piccoli, boss ridicoli, fondali assurdamente penosi. Si migliora appena la giocabilità di un Cobra, per citare un gioco identico nella struttura, ma a differenza di quello qui c’è zero mordente e una grafica abbinabile a quella di HKM o Vigilante.
Profilo di riviero sul Forum - postato da riviero (405) - 10-09-2009 [23:37]
Voto:
6
Mea culpa,la memoria ogni tanto vacilla.In effetti non era una conversione da coin-op ma dall'originale cartuccia per Megadrive.In sostanza il giudizio non cambia: Last Battle per il 16 bit Sega rullava supremo,il porting per C64 no. Ma tecnicamente non è un gioco da buttare,e nei livelli finali la difficoltà progrediva ulteriormente (la noia,purtroppo,anche).Ma una partitina ogni tanto gliela concedo ancora.All'epoca si era più giovincelli e superata la delusione dei nomi modificati e della censura,riusciva comunque a farsi piacere quel tanto che basta da portarlo a compimento.
Profilo di Ricchesuccio sul Forum - postato da Ricchesuccio (15) - 09-09-2009 [04:40]
Voto:
3
Effettivamente le versioni C=64 e Amiga di questo gioco sono delle schifezze immani. L'originale per Megadrive era ben altra cosa, soprattutto l'edizione giapponese nella quale erano presenti sia tutti gli effetti splatter del cartone che le immancabili urla del protagonista. Confermo quanto detto da tsm_carmine, non esiste alcuna versione da sala di Hokuto no Ken.
Profilo di Wizkid sul Forum - postato da Wizkid (44) - 08-09-2009 [09:17]
Voto:
N/D
Non esiste il coin op' di questo gioco, a meno che qualcuno non abbia infilato un Mega Drive in un cabinato! È la versione giapponese per Mega Drive a chiamarsi "Hokuto no Ken" e ad avere i nomi originali dei personaggi (ma ovviamente in caratteri giapponesi).
Profilo di tsm_carmine sul Forum - postato da tsm_carmine (17) - 08-09-2009 [06:41]
Voto:
6
Immagino lo stupore di un 64ista del 1991 quando scoprì la conversione del "gioco di Ken" per il suo amato Commy.Immagino anche la delusione provata una volta trovatosi di fronte alla cover (un disegno + brutto che non si può di un personaggio che non assomiglia minimamente a Kenshiro).Problemi di copyright a parte,chiunque avesse giocato al coin-op (o all'ottimo porting per Megadrive) non avrebbe avuto problemi a identificare gli amati personaggi della serie tv:sprite belli grossi,violenza a scatafascio (Mortal Kombat doveva ancora nascere) e le tipiche pose plastiche del nostro eroe preferito erano più che sufficienti,nonostante i nomi modificati.Su C64 tutto ciò è andato perso in "virtù" dei limiti della macchina:gli sprite sono dimezzati e nonostante l'hi-res è difficile riconoscere il nerboruto protagonista,in quanto non strappa la maglietta,non rulla cartoni a go-go e non fa nemmeno Uatàtàtàtà.Il sangue,a differenza della versione Amiga,non è attivabile con cheat-mode(proprio non c'è).Spogliata dalle caratteristiche peculiari del coin-op,questa conversione lascia l'amaro in bocca per la relativa facilità e piattezza (decine di avversari identici vengono spazzati via da un semplice calcio al momento giusto) e per la quasi totale mancanza di somiglianza all'originale.Tutto è dimezzato,divertimento incluso.Si salvano le discrete musiche e la fluidità del parallasse.Cosa curiosa:le routine di scroll,gli effetti sonori e le dissolvenze grafiche sono rippate pari-pari da Shadow Dancer,fateci caso.Incredibilmente,le stesse routines verranno riciclate due anni dopo in The First Samurai,vedere per credere. UATATATATATA'!! Aaarzark..sigh!
Profilo di Ricchesuccio sul Forum - postato da Ricchesuccio (15) - 08-09-2009 [04:17]
Commodore 64
Utenti Online
Ciao, ospite!
(Login | Registrati)

Cerca un gioco
Random Game
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Turrican II: The Final Fight
"Probabilmente il miglior gioco mai uscito per C64. Di gran lunga migliore del primo (dove a tratti mi risultava un pò ripetitivo). Come dimenticare gli enormi mostri presenti in ciascun livello o il boss finale (una vera opera d'arte). Penso che Manfred Trenz abbia spinto il C64 ai suoi limiti (e forse anche qualcosina oltre con qualche trucchetto di programmazione). Penso di averlo terminato una ventina di volte (arrivando a fine gioco con oltre 85 vite a disposizione). Semplicemente un capolavoro!!"
- Scritto da Ste78
Ult. Commento Art.
I Drive Commodore
"Rileggendo questo articolo che avevo scritto ormai molti anni fa, ritengo utile riportare qualche precisazione. L'analisi qui riportata in merito all'affidabilità dei 1541 è valida dal punto di vista software, quindi posso tuttora ..."
- Scritto da MarC-ello
Ospitato su