VideoGiochi del Commodore 64

TurricanTurricanAttualmente sono presenti 5.416 titoli nel nostro database, di cui 636 italiani, per un totale di 26.710 schermate. I giochi italiani vengono appositamente contrassegnati allo scopo di tracciare la produzione videoludica per Commodore 64 realizzata nel nostro paese.
La pagina di ogni gioco offre la possibilità di leggere e rilasciare commenti e voti. Quando disponibili sono anche presenti Recensioni, Mappe, Soluzioni e Manuali (versione e-text e/o scansioni). Per i videogiochi italiani è disponibile anche il download dell'immagine del disco/cassetta.

Menù Alfabetico
#
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
COMMENTI PER PAGINA: 5 | 10 | 25 | 50 | 100
Dal 25 Novembre 2003 ad oggi, 681 utenti hanno inserito 5425 commenti.
Amy-Mor , 12/02/2017 ore 23:00
La diatriba Katakis vs Armalyte è sempre esistita, e anche da piccolino (Armalyte però lo conoscevo col nome Campi Stellari su una cassetta scrausa) ne "discutevo" simpaticamente con i miei amici. Oggi da adulto retrogamers, dopo averli rigiocati e finiti nuovamente entrambi, la mia opinione onestamente resta la medesima, e cioè che Katakis è superiore ad Armalyte poiché più accessibile e giocabile. Se da un lato di puro sblastamento Armalyte è superiore a Katakis per via di uno schermo più vasto e più possibilità di dinamicità e di spostamento, è pur vero che quest'ultimo è quasi impossibile da portare a termine. Katakis, diversamente, ci viene incontro attraverso un sistema di armi studiato a pennello, che non abbandona il videogiocatore proprio quando ne ha più bisogno e ci regala una vita extra per ogni livello superato, basta questo? Tecnicamente, poi, Armalyte si può solo sognare il parallasse multistrato di Katakis, la sua varietà degli ambienti, i colori e la musica (e che musica) in game. Sì, ok, Katakis è pieno di bug, le collisioni sono pessime e i boss di fine livello sono solo un pretesto scenografico da sborone, ma cacchio è bello affrontarli e,soprattutto,è DIVERTENTE!La voglia di proseguire è sempre lì che ci fa cliccare sul pulsante fire per ricominciare una nuova partita, consapevoli che riusciremo ad arrivare più in la dell'ultima appena finita. Entrambi titoli da giocare e gustarsi in pieno e nel pieno rispetto dello stile retrò, ma Katakis è un'altra cosa punto!
Nicco , 02/02/2017 ore 18:59
Sarò sincero, questa conversione è un oltraggio all'originale. Si becca un 5 perchè è davvero fatto male, però devo dire che io ci ho giocato lo stesso un sacco. Anzi, quasi quasi mi faccio del male e... ma si, dai, facciamocela una partitina. ^^
Nicco , 02/02/2017 ore 12:05
Insieme a "Street Fighter II" e "Last Battle", questo gioco è la più grossa delusione che un giocatore possa provare...
Nicco , 30/01/2017 ore 07:41
Semplicemente fantastico. Ricordo che mio papà veniva a vedere se fossi vivo, in quanto non facevo il minimo rumore. Arrivava in sala e mi trovava, anche dopo ore, ancora lì, alla generazione dei personaggi. E quando finalmente il party mi soddisfava, via, verso l'avventura !!!
Nicco , 29/01/2017 ore 18:08
A me sto gioco piaceva un sacco. Ed ora l'ho associato ad un Film a cartoni animati: Lilo: Wow. San Francisco. Stitch: Eeeeeek! Salvami! Lilo: A te la caffeina non fa bene.
Nicco , 29/01/2017 ore 00:18
Sinceramente? Una mezza ciofeca, ma il poter scegliere uno dei quattro personaggi ed il distruggere tutto ciò che si muove, mi aveva davvero coinvolto. Manco a dire, infinibile, ma comunque un gioco con cui ho giocato davvero moltissimo. Divertendomi pure.
Nicco , 29/01/2017 ore 00:15
Questo gioco mi è stato regalato per un Natale. Non avevo ancora giocato titoli Ocean, con il caratteristico format e ne sono rimasto colpito. Primo livello platform, poi guidi la batmobile, puzzle, aereo e altro platform. Davvero un gioco coinvolgente, con belle musiche e grande atmosfera. Mi era piaciuto davvero molto e, tra l'altro, non è nemmeno troppo difficile anzi, si fa finire abbastanza agevolmente. Ottimo prodotto.
Nicco , 03/01/2017 ore 23:49
Non ci sono aggettivi per descrivere degnamente questo gioco, ma forse quello che più si addice a Cabal è "fa-vo-lo-so" !!!
GMG73 , 03/01/2017 ore 12:31
Che dire di Wizball, semplicemente perfetto. Giocabilissimo, colorato e musiche da urlo sia nell'introduzione che nella pagina dei record . Colorare in progressione un livello era una gioia per gli occhi. Non so perchè ma per me aveva un vago sapore natalizio, ancora oggi con l'avvicinarsi delle feste se posso mi concedo una partita. Mi sono gustato anche il remake di Storey e Goring (con musiche degli Infamous), anche se il wizball con i denti non mi piace. CAPOLAVORO del C64
riviero , 27/12/2016 ore 11:19
Nei mari del sud è sempre occasione per immergersi in cerca di nuovi elementi per la propria collezione ittica, un'arma aiuterà ad affrontare dozzine di creature marine. La barra di energia è la sola che si ha a disposizione ma oltre a potenziamenti è possibile recuperare ossigeno in qualche modo, come risalendo alla superficie o trovando bombole. In più lo sfizio temporaneo di trasformarsi e di sentirsi un vero Poseidone. Procedendo di livello, la difficoltà si farà considerevole, soprattutto è fondamentale raccogliere ogni chiave e usarla saggiamente; viceversa il gioco è spietato e vi lascerà “a mollo”. Il boss è uno squalo che si fa sempre più inca§§oso. Buona la giocabilità per quanto le collisioni siano rivedibili, la grafica ricorda per definizione e colori, la serie Summer Camp di Thalamus, o il livello subacqueo di Athena.
Commodore 64
Utenti Online
Ciao, ospite!
(Login | Registrati)

Cerca un gioco
Random Game
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Katakis
"La diatriba Katakis vs Armalyte è sempre esistita, e anche da piccolino (Armalyte però lo conoscevo col nome Campi Stellari su una cassetta scrausa) ne "discutevo" simpaticamente con i miei amici. Oggi da adulto retrogamers, dopo averli rigiocati e finiti nuovamente entrambi, la mia opinione onestamente resta la medesima, e cioè che Katakis è superiore ad Armalyte poiché più accessibile e giocabile. Se da un lato di puro sblastamento Armalyte è superiore a Katakis per via di uno schermo più vasto e più possibilità di dinamicità e di spostamento, è pur vero che quest'ultimo è quasi impossibile da portare a termine. Katakis, diversamente, ci viene incontro attraverso un sistema di armi studiato a pennello, che non abbandona il videogiocatore proprio quando ne ha più bisogno e ci regala una vita extra per ogni livello superato, basta questo? Tecnicamente, poi, Armalyte si può solo sognare il parallasse multistrato di Katakis, la sua varietà degli ambienti, i colori e la musica (e che musica) in game. Sì, ok, Katakis è pieno di bug, le collisioni sono pessime e i boss di fine livello sono solo un pretesto scenografico da sborone, ma cacchio è bello affrontarli e,soprattutto,è DIVERTENTE!La voglia di proseguire è sempre lì che ci fa cliccare sul pulsante fire per ricominciare una nuova partita, consapevoli che riusciremo ad arrivare più in la dell'ultima appena finita. Entrambi titoli da giocare e gustarsi in pieno e nel pieno rispetto dello stile retrò, ma Katakis è un'altra cosa punto!"
- Scritto da Amy-Mor
Ult. Commento Art.
Intervista ad Antony Hager e Paul Docherty
"Intervista da pelle d'oca e molto interessante!Non immaginavo minimamente che dietro la fase di guida di VENDETTA ci fosse la mano "DriftEsperta"di Butler, dopo eoni si scoprono cose e si comprende meglio il perchè di tale qualità.GRAZIE ..."
- Scritto da Amy-Mor
Ospitato su