Commenti rilasciati da Amy-Mor
Iscritto dal 10-02-2015
Gioco PreferitoTurrican
Commenti 6
Voti 6
Knight'n'Grail
06-06-2017 ore 07:58
K'N'G è indubbiamente quanto di più vicino ci sia a Caslevania/Metroid su C64, almeno per quanto riguarda lo stile di esplorazione dei livelli. Il sapore nipponico si manifesta attraverso la sapiente giocabilità, mai punitiva come la scuola occidentale del mondo Commodore vuole. In K'N'G Tutto è minimante studiato e riversato sull'altare della giocabilità, forse a tratti un po' troppo facile, ma di sicuro appiglio al proseguimento. Grafica ispirata e sonoro anche meglio, con alternanza di effetti sonori e spezzoni di melodie viscerali, di quelle che ti restano nella testa a partita finita. K'N'G va provato e gustato, soprattutto su hardware reale per capire cosa si possa fare quando mossi dalla semplice passione, e per capire come una macchina datata 1982, possa ancora regalare un cosi fresco indie game del 2009. Psytronik Software fa il resto, attraverso un Packing sempre d'impatto e una distribuzione capillare spesso in sold-out. Non asserisco con certezza che sia il miglior action adventure mai concepito su C64, ma di certo K'N'G siede comodamente sul podio dei grandi come giusto che sia, e sarà molto difficile che qualcuno riesca a tirarlo giù.
Katakis
12-02-2017 ore 23:00
La diatriba Katakis vs Armalyte è sempre esistita, e anche da piccolino (Armalyte però lo conoscevo col nome Campi Stellari su una cassetta scrausa) ne "discutevo" simpaticamente con i miei amici. Oggi da adulto retrogamers, dopo averli rigiocati e finiti nuovamente entrambi, la mia opinione onestamente resta la medesima, e cioè che Katakis è superiore ad Armalyte poiché più accessibile e giocabile. Se da un lato di puro sblastamento Armalyte è superiore a Katakis per via di uno schermo più vasto e più possibilità di dinamicità e di spostamento, è pur vero che quest'ultimo è quasi impossibile da portare a termine. Katakis, diversamente, ci viene incontro attraverso un sistema di armi studiato a pennello, che non abbandona il videogiocatore proprio quando ne ha più bisogno e ci regala una vita extra per ogni livello superato, basta questo? Tecnicamente, poi, Armalyte si può solo sognare il parallasse multistrato di Katakis, la sua varietà degli ambienti, i colori e la musica (e che musica) in game. Sì, ok, Katakis è pieno di bug, le collisioni sono pessime e i boss di fine livello sono solo un pretesto scenografico da sborone, ma cacchio è bello affrontarli e,soprattutto,è DIVERTENTE!La voglia di proseguire è sempre lì che ci fa cliccare sul pulsante fire per ricominciare una nuova partita, consapevoli che riusciremo ad arrivare più in la dell'ultima appena finita. Entrambi titoli da giocare e gustarsi in pieno e nel pieno rispetto dello stile retrò, ma Katakis è un'altra cosa punto!
Powerglove (16Kb)
08-10-2015 ore 17:52
RGCD Compo 2013 ci regala la terza posizione di questo Powerglove edito da Matthias"Lazycow" Bock.Al tempo della sua uscita e sul primo impatto, tutti gridarono al miracolo poiché "finalmente" anche un Megaman era arrivato sul piccolo C64 ma, in realtà cosi non fu, poiché, il titolo di Lazycow prende le dovute distanze dal robottino made in Capcom, per via di un gameplay più ragionato e meno devoto all'action puro. Ci si muove in ambienti molto più cupi e molto più claustrofobici, purtroppo anche abbastanza ripetitivi. Per fortuna tutto il comparto dei character design si salva, proponendo nemici ottimamente rappresentati e un personaggio principale mosso da un'animazione di tutto rispetto. I fondali, come detto anche per gli ambienti, sono monotoni e divisi in due tipologie di colori, blu notte e una specie di rosa psichedelico. Lo scrolling, viceversa, fa il suo dovere andando liscio come l'olio e non soffrendo mai di un qualsivoglia rallentamento. Il titolo non si presenta inizialmente facile da domare, essendo anche a tratti frustrante, ma una volta capito bene in che modo vuole essere affrontato, il divertimento e la voglia di proseguire saranno ben iniettati nel videogiocatore di turno. Il gioco si trova in free download nella versione presentata alla Compo RGCD dove è arrivato al terzo posto, oppure acquistabile da RGCD stessa in una versione extended su cartuccia con tanto di ottimo e solido packing. Secondo me vale il prezzo del biglietto!
Terry's Big Adventure
25-06-2015 ore 06:20
Troppo facilmente accostato a SuperMarioBros e, dunque, alla relativa sorella Giana, Terry riesce in realtà a brillare di luce propria attraverso un gameplay completamente diverso dai due titoli appena citati. Certo, si parla di platform game, ci sono i funghi e l'ambientazione magari strizza l'occhio al titolo Nintendo, però Terry non può dare capocciate sotto le mura per scovare power- up come non può saltare sul groppone dei nemici per eliminarli poiché, al solo contatto, è eliminato a sua volta. Terry affronta la sua avventura con in mano uno yo-yo con un rinculo che manco lo shootgun di Doom... lanciando sassi che trova sparsi per il quadro lì dove necessario. Zone segrete da scovare, chiavi da recuperare e salti calibrati al pixel, attraverso dodici livelli in singolo caricamento. Videogioco dunque molte ben fatto e impegnativo quanto basta che, ripeto, non deve essere visto come semplice clone di Giana e Mario, benché questi ultimi gli restino cmq superiori. Bisogna fare amicizia col sistema di controllo prima di avere il max del divertimento da questo titolo, consigliato il ripescaggio!
Armalyte
31-03-2015 ore 11:31
E' difficilissimo lasciare un commento su Armalyte poichè, nel bene e nel male, parliamo di un titolo che ha segnato il percorso del glorioso C64.Ottima la grafica ma non da "WOW", ottimo il brano iniziale, psichedelico ed atmosferico, ma non di quelli che ti restano dentro. Armalyte,comunque, resta tutt'oggi un gioco troppo difficile da domare,la frustrazione che scaturisce mina il divertimento e, di seguito, la longevità.Detto questo non si può non apprezzare uno scrolling super fluido anche nelle scene più affollate, uno stile di azione che teme pochi confronti e una dinamicità elevatissima.Titolo godile ancora oggi e motivo fertile per far fuggire nuove leve dal mondo dei retrogames!Troppo difficile!
Darkness
02-03-2015 ore 21:17
Darkness è uno di quei titoli per cui mi è rinsavita "la scimmia" per il vecchio e glorioso C64. Acquistato da RGCD in versione Ultimate Edition, ne sono rimasto letteralmente folgorato per via della qualità, sia del packing stesso, che del gioco in se. La grafica è ottima anche soffrendo, in alcuni casi, di un effetto impastato dovuto al troppo dettaglio applicato alla boscaglia. Gli Sprite sono carini e discretamente animati, con punta di rilievo verso l'elefante che fa la sua comparsa accompagnato da una carinissima quanto efficace animazione. Le musiche invece sono al top, secondo il mio parere il punto più forte dell'intera produzione, atmosferiche e ben eseguite in perfetto stile giungla. Purtroppo il motivetto in game, benché ben suonato e molto orecchiabile, rischia di venire a noia sul lungo andare, visto che si perpetua per tutta la durata del gioco. Anche la giocabilità è su ottimi livelli, presentando uno schema che richiama il vecchio Gountlet potenziandolo nel divertimento. Bisogna avere solo un tot di pazienza visto quanto sia facile perdersi nei vari dungeon rischiando di rifare tante volte la medesima strada già percorsa. Gioco homebrew assolutamente da non perdere per il vecchio 8-bit di casa Commodore.
Commodore 64
Utenti Online
Ciao, ospite!
(Login | Registrati)

Cerca un gioco
Random Game
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Rampage (Versione Europea)
"L'anno prossimo uscirà il film con The Rock, sarà un'americanata, ma il trailer mi ha gasato non poco!!!"
- Scritto da thecoach
Ult. Commento Art.
Alieni, piccioni e palline da golf (parte 2)
"Articolo fantastico! Finalmente sono riuscito ad avere un'idea più chiara di come possano essere contenuti i video nel piccolo spazio offerto dal C64! Grazie davvero per divulgare le tue conoscenze - e il tuo lavoro è davvero notevole! "
- Scritto da MarC-ello
Ospitato su