Papersoft 1985 Numero 10
Screenshot: papersoft_1.png Copertina: copertina_papersoft_1985_10.jpg
Anteprima Contenuto
Copertina

Categoria:
Inserito: 06 settembre 2008
Crediti: Roberto (Scansioni), TurboTape (Data Entry)
Download: Scarica "Papersoft 1985 Numero 10"
Ultimo download: 24 03 2017 03:05:45 pm
Totale Download: 108
Dimensione: 12Kb.
Scansioni: Scarica

 

Data di Pubblicazione: 15 Marzo 1985

Sommario Apple

  • Supernim
  • Archivio Dischi

Sommario TI-99/4A

  • Ingegneria Civile

Sommario Sinclair Spectrum

  • Pioggia di missili
  • Paguro Bernardo

Sommario Commodore 64

  • Autosprite (The Sprite Editor, dal libro "Compute's Reference Guide to Commodore 64 Graphics" di John Heilborn, pagina 49.)

Sommario Vic 20

  • List e scroll

Autosprite 
di K. Willis trad. e adatt. di S. Colombo

1985_10_autosprite_01

Un potente editor di Sprite per il vostro C64, dalle caratteristiche estremamente interessanti. Una volta terminata l'inizializzazione, verrà visualizzata la schermata di lavoro dell'editor. Lo schermo è diviso in quattro aree diverse:

* Area di visualizzatone degli SPRITE. Mostra gli otto SPRITE, numerati da sinistra a destra.

* Linea di comando. Questa linea è usata dal programma per lo scambio di comandi o di messaggi con l'utente.

* Griglia di visualizzazione ed area di lavoro. Mentre si sta creando uno SPRITE. questo apparirà nella griglia con dimensioni ingrandite. Muovendo il cursore nella griglia si creano e si memorizzano le forme desiderate degli SPRITE. L'area di lavoro permette di visualizzare gli SPRITE in dimensioni normali per valutare la loro reale apparenza.

* Area tasti funzione. In quest'area vengono visualizzati i quattro tasti funzione con i comandi ad essi associati. Premendo F8 (SHIFT+ F7) si passa al secondo set di comandi; in totale si dispone di ben 14 funzioni di edit insieme a sette funzioni di lavoro, per un totale di 21 comandi. Le funzioni disponibili sono:

* EDIT: premendo questo tasto si otterrà la visualizzazione di un cursore lampeggiante all'interno della griglia. Esso può venire spostato tramite i normali tasti cursore. Premendo la barra spaziatrice si invertirà il pixel sotto il cursore: pixel accesi verranno spenti e pixel spenti verranno accesi.

Per uscire dal modo edit è sufficiente premere uno qualunque degli altri tasti funzione. Inoltre è possibile passare all'edit di un altro SPRITE in qualunque momento, premendo il tasto carattere corrispondente al nuovo SPRITE.

* SAVE: la pressione di questo tasto permette di salvare su nastro o disco gli SPRITE appena disegnati. Verrà chiesto il nome del file, limitato a sei caratteri: dopo aver battuto il sesto carattere inizierà automaticamente l'esecuzione della routine di save. Il programma aggiunge automaticamente al nome del file i caratteri ".SPT" per rendere immediatamente identificabili i dati degli SPRITE nella directory del disco.

* LOAD: la funzione load funziona analogamente alla save.

* COPIA: per copiare uno SPRITE è sufficiente premere il tasto corrispondente allo SPRITE che desidera rimpiazzare, e quello SPRITE verrà visualizzato nella griglia. Premendo quindi il tasto copia (F4), il programma domanderò quale SPRITE si desideri copiare. Premendo il tasto numerico corrispondente al numero dello SPRITE desiderato, si otterrà la sostituzione automatica dello SPRITE presente nella grìglia.

* CANCELLA: questa funzione cancella completamente uno SPRITE ponendo a 0 tutti i suoi bit.

* RIEMPI: è il contrario di cancella, in quanto pone ad 1 tutti i bit dello SPRITE.

* FUNZIONE: cambia il set di comandi associato ai tasti funzione, permettendo di accedere agli altri sette comandi.

* INVERTI: questa funzione pone ad I tutti i bit dello SPRITE che si trovano a 0, e pone a 0 tutti quelli che si trovano a I. creando un 'immagine in "reverse" dello SPRITE.

* ROVESCIA: rovescia lo SPRITE di 180 gradi in senso verticale.

* RUOTA: ruota lo SPRITE da sinistra verso destra.

* SCORRI: la funzione scorri provoca lo scorrimento di tutti i pixel dello SPRITE in una delle quattro direzioni. I pixel che escono da un lato dello SPRITE riappaiono dal lato opposto.

* SCEGLI: questo comando ha effetto solo in congiunzione con un'altra funzione.
Ad esempio, in modo colore questo tasto cambia il colore dello SPRITE corrente.

* COLORE: permette di modificare il colore degli SPRITE. Dopo aver premuto questo tasto, la pressione del tasto scegli (F1) modifica il colore dello SPRITE in un ciclo formato da tutti i 15 colon disponibili.

* FONDO: modifica il colore dell'area di lavoro. Dopo aver premuto questo tasto occorre premere scegli (F1) per modificare il colore del fondo.

* AD/DL: permette di inserire o rimuovere uno SPRITE dall'area di lavoro. Premete il numero dello SPRITE che desiderate aggiungere o rimuovere, quindi premete questo tasto funzione.

* MUOVI: permette di muovere uno SPRITE all'interno dell'area di lavoro tramite i tasti cursore.

* 2X OR: la pressione di questo tasto provoca l'espansione dello SPRITE in senso orizzontale. Se lo SPRITE è già espanso, lo riporta alle dimensioni normali.

* 2X VT: come la precedente ma con espansione in senso verticale.

* FNCTN: la pressione di questo tasto provoca l'usata dal modo lavoro e rientro in quello edit, cancellando l'area di lavoro e rimpiazzandola con la griglia

Altri numeri disponibili in questa collana. I numeri sono progressivi, posiziona il cursore su uno di essi per leggerne il titolo. Oppure, torna all'indice delle categorie.
37
Commodore 64
Utenti Online
Ciao, ospite!
(Login | Registrati)

Cerca un gioco
Random Game
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Last Duel
"Un paio di mesi dopo la discussa review (76%..) del bel Led Storm di Software Creations, arrivò sulle pagine di Zzap (maggio 89) questo Last Duel, conversione di un altro coin-op Capcom che aveva in comune con il primo non solo parte del' impostazione ma anche l'anno di uscita in sala giochi (1988). Rispetto all'edizione inglese il voto di Last Duel fu alzato di una decina di punti e diciamo che ci poteva stare, perchè alla fine si tratta di una discreta conversione che con qualche accorgimento in più poteva diventare valida. Ma non ci lamentiamo più di tanto visto che i programmatori della Tiertex già avevano rovinato dei miti come 1943 o Rolling Thunder. Il coin-op all'epoca me lo sono giocato e devo dire che questo porting lo ricorda abbastanza, sopratutto sui fondali che possiedono una buona varietà e dettaglio, non altrettanto si può dire dei nemici che boss a parte risultano semplificati sia nella quantità che nella qualità. Nel arcade ogni livello ha nemici nuovi, qui si incontrano gli stessi dei primi livelli per tutto il gioco (la versione Amstrad possiede più varietà),considerando che c'è il multiload non è una bella cosa, visto che Led Storm in un singolo caricamento ne offriva di più. Per quanto riguarda il gameplay c'è da evidenziare la possibilità di giocare in doppio, cosa non di poco conto. La frenesia però non raggiunge i livelli dell originale perchè i nemici su schermo sono in numero minore (niente nutrite formazioni da distruggere nei livelli spaziali), inoltre i fondali sono meno animati (assenti le lingue di fuoco oppure le mattonelle scivolose). I livelli ci sono tutti purtroppo manca il commento sonoro durante il gioco, gli effetti sonori comunque sono da preistoria del C 64. Vista la carenza di buoni verticali e il gameplay che prova a differenziarsi dalla massa con 2 sezioni ben distinte, diciamo che Last Duel si può considerare un discreto esempio del genere su 64."
- Scritto da shippo76
Ult. Commento Art.
C64 & Pirateria #00: Introduzione
"Molte di quelle riviste con cassetta contenevano anche recensioni di giochi "ufficiali" e altri articoli; ho scoperto (magari lo sapevate già, ma non mi pare che se ne parli in questo sito) che alcune di queste recensioni sono traduzioni più o ..."
- Scritto da Kirie e Leison
Ospitato su