Papersoft 1984 Numero 21
Screenshot: papersoft_1.png Copertina: copertina_papersoft_1984_21.jpg
Anteprima Contenuto
Copertina

Categoria:
Inserito: 06 settembre 2008
Crediti: Uzumaki.Naruto (Scansioni), Roberto (Data Entry)
Download: Scarica "Papersoft 1984 Numero 21"
Ultimo download: 23 02 2017 12:20:21 pm
Totale Download: 111
Dimensione: 9Kb.
Scansioni: Scarica

 

Data di Pubblicazione: 16 Novembre 1984

Sommario Apple

  • Cerca le parole
  • Italianizzate il DOS

Sommario TI-99/4A

  • Tiro allo Sprite
  • Tex-Hello

Sommario Sinclair Spectrum

  • Fantasmi
  • Defender
  • Spirografo

Sommario Commodore 64

Sommario Vic 20

  • Figure
  • Balloon Blitz 

Giorgio il Giardiniere (Pests)
di K. Worman trad. e adatt. di F. Sarcina

1984_21_giorgio_il_giardiniere

Giorgio possiede un bellissimo giardino dove coltiva fiori stupendi. Deve però difenderlo costantemente dall'attacco delle erbacce e dei parassiti, spruzzando l'erbicida sulle prime e l'antiparassitario sui fiori.

In questo gioco sarete voi a guidare Giorgio nella sua opera di disinfestazione (per mezzo di un joystick connesso alla porta n. 2), facendogli irrorare tutti i fiori evitando nei contempo che le erbacce si diffondano troppo (usate il pulsonte per spruzzare i liquidi). In tal modo totalizzerete punti, ma dovrete lottare contro il tempo, in quanto avete solo due minuti a disposizione per spruzzare tutti i fiori. Si ottengono 10 punti per le margherite gialle, 20 per quelle blu e 40 per le rose; una volta irrorati, i fiori divengono bianchi. Inoltre ogni erbaccia eliminata frutta 5 punti ma, ripetiamo non è necessario ucciderle tutte.

Come abbiamo detto, l'opera è completa quando tutti i fiori sono stati irrorati, ma il gioco viene interrotto se vi sono troppe erbacce: per poter evitare che ciò si verifichi è utile sapere che esse appaiono dapprima come semi, poi come germogli ed infine raggiungono lo stato adulto nel quale si riproducono generando nuovi semi.

Se completerete il lavoro entro il tempo a vostra disposizione, vi troverete di fronte ad un nuovo giardino con più fiori e più erbacce, ma per ripulirlo disporrete di 15 secondi in più rispetto al precedente.


Figure (Shape Match)
di M. Reich trad. e adatt. di F. Sarcina

1984_21_figure

Quello che vi presentiamo è un semplice gioco per mezzo del quale i bambini più piccoli possono iniziare a familiarizzare col computer.

Il programma mostra una figura geometrica nella parte sinistra dello schermo e quattro caselle con altrettante figure nella parte destra; una di esse è uguale alla sagoma che appare a sinistra. Un punto interrogativo compare alternativamente in una delle quattro caselle. Il bambino che gioca deve solo premere un tasto qualsiasi nel momento in cui il punto interrogativo si trova presso la figura uguale a quella di sinistra. Se la risposta è sbagliata il gioco procede per dar modo al bambino di rispondere nuovamente, se invece è esatta viene proposto un altro problema; in entrambi i casi compaiono sul video messaggi facilmente riconoscibili anche da un bimbo che non sappia ancora leggere.

Il programma è studiato per poter "girare" sia sul VIC 20 che su! 64. Se utilizzate il VIC, tuttavia, è necessaria l'espansione di memoria da 8K.

Altri numeri disponibili in questa collana. I numeri sono progressivi, posiziona il cursore su uno di essi per leggerne il titolo. Oppure, torna all'indice delle categorie.
21
Commodore 64
Utenti Online
Ciao, ospite!
(Login | Registrati)

Cerca un gioco
Random Game
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Katakis
"La diatriba Katakis vs Armalyte è sempre esistita, e anche da piccolino (Armalyte però lo conoscevo col nome Campi Stellari su una cassetta scrausa) ne "discutevo" simpaticamente con i miei amici. Oggi da adulto retrogamers, dopo averli rigiocati e finiti nuovamente entrambi, la mia opinione onestamente resta la medesima, e cioè che Katakis è superiore ad Armalyte poiché più accessibile e giocabile. Se da un lato di puro sblastamento Armalyte è superiore a Katakis per via di uno schermo più vasto e più possibilità di dinamicità e di spostamento, è pur vero che quest'ultimo è quasi impossibile da portare a termine. Katakis, diversamente, ci viene incontro attraverso un sistema di armi studiato a pennello, che non abbandona il videogiocatore proprio quando ne ha più bisogno e ci regala una vita extra per ogni livello superato, basta questo? Tecnicamente, poi, Armalyte si può solo sognare il parallasse multistrato di Katakis, la sua varietà degli ambienti, i colori e la musica (e che musica) in game. Sì, ok, Katakis è pieno di bug, le collisioni sono pessime e i boss di fine livello sono solo un pretesto scenografico da sborone, ma cacchio è bello affrontarli e,soprattutto,è DIVERTENTE!La voglia di proseguire è sempre lì che ci fa cliccare sul pulsante fire per ricominciare una nuova partita, consapevoli che riusciremo ad arrivare più in la dell'ultima appena finita. Entrambi titoli da giocare e gustarsi in pieno e nel pieno rispetto dello stile retrò, ma Katakis è un'altra cosa punto!"
- Scritto da Amy-Mor
Ult. Commento Art.
Intervista ad Antony Hager e Paul Docherty
"Intervista da pelle d'oca e molto interessante!Non immaginavo minimamente che dietro la fase di guida di VENDETTA ci fosse la mano "DriftEsperta"di Butler, dopo eoni si scoprono cose e si comprende meglio il perchè di tale qualità.GRAZIE ..."
- Scritto da Amy-Mor
Ospitato su