Papersoft 1984 Numero 20
Screenshot: papersoft_1.png Copertina: copertina_papersoft_1984_20.jpg
Anteprima Contenuto
Copertina

Categoria:
Inserito: 04 aprile 2010
Crediti: Uzumaki.Naruto (Scansioni), Roberto (Data Entry)
Download: Scarica "Papersoft 1984 Numero 20"
Ultimo download: 09 04 2017 02:58:19 pm
Totale Download: 130
Dimensione: 9Kb.
Scansioni: Scarica

 

Data di Pubblicazione: 9 Novembre 1984

Sommario Apple

  • Salto della morte
  • Esercizi di chimica

Sommario TI-99/4A

  • Count Derby
  • Trasformazione di base dei numeri

Sommario Sinclair Spectrum

  • Cricket
  • Fuochi nella notte
  • Display

Sommario Commodore 64

Sommario Vic 20

  • Le Tre Carte
  • French Tutor

Botti rotolanti (Bonking Barrels)
di B.S. Gordon trad. e adatt. di U. Barzaghi

1984_20_botti_rotolanti

Fate segnare sempre più punti scalando i ripiani, ma fate attenzione alle botti che cadono. Lo scopo di questo gioco è di salire un labirinto di ripiani raggiungendo sani e salvi la cima. Ma qualcuno (che voi non potete vedere) fa rotolare grosse botti nella vostra direzione. Partite dalla base dello schermo con il primo di quattro giocatori. Usate il tasto A per spostarvi verso destra.

Quando vi trovate al di sotto di una apertura nel ripiano, il tasto F3 vi permette di saltare al ripiano successivo. Potete creare, in qualsiasi momento lo desideriate, una apertura premendo il tasto F1, ma in questo modo abbassate il vostro punteggio. Se raggiungete il ripiano superiore, ricominciate alla base dello schermo successivo. Il punteggio viene aggiornato quando raggiungete il ripiano superiore o quando una botte raggiunge il fondo dello schermo.

Dopo le prime due schermate, il numero dei barili viene selezionato casualmente, il che influenza la velocità del gioco. Inoltre, ogni volta che appare una nuova schermata, le aperture tra i ripiani vengono piazzate casualmente. A volte troverete un ripiano privo di apertura, e dovrete, necessariamente, utilizzare fi per aprirvi una strada.


Apicultore (Beekeeper)
di D. Gray trad. e adatt. di U. Barzaghi

1984_20_apicultore

Vi troverete a combattere, nel bel mezzo di un campo di trifoglio, con delle terribili api giganti. Cercate di raggiungere l'alveare evitando le punture mortali.
Dopo aver copiato il programma ed averlo mandato in esecuzione con una istruzione RUN, vi viene presentato il titolo. Quindi, una pagina-video di istruzioni vi informa circa i punteggi ottenibili colpendo i vari bersagli del gioco e vi chiede di indicare uno dei tre livelli di difficoltà.

Ciascun livello fissa la velocitò e la direzione delle api operaie e dei granchi mentre vi inseguono per il campo di trifoglio. Al livello I, le api operaie si limitano a spostamenti verticali e orizzontali, mentre ai livelli 2 e 3 esse si spostano anche diagonalmente. Ai livello 3, dovete essere molto rapidi per evitare pungiglioni e chele.

Una volta selezionato il livello di difficoltà, vi troverete in un campo di trifoglio, a fianco di un gigantesco alveare pieno di fuchi. La prima delle otto navi spaziali che vi vengono concesse si trova proprio sopra l'alveare, al centro dello schermo.
Spostando il joystick verso destra si ottiene una rotazione della nave in senso orario; verso sinistra in senso antiorario. Premendo il pulsante dei joystick si aziona il laser della nave spaziale.

Altri numeri disponibili in questa collana. I numeri sono progressivi, posiziona il cursore su uno di essi per leggerne il titolo. Oppure, torna all'indice delle categorie.
20
Commodore 64
Utenti Online
Ciao, ospite!
(Login | Registrati)

Cerca un gioco
Random Game
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Last Duel
"Un paio di mesi dopo la discussa review (76%..) del bel Led Storm di Software Creations, arrivò sulle pagine di Zzap (maggio 89) questo Last Duel, conversione di un altro coin-op Capcom che aveva in comune con il primo non solo parte del' impostazione ma anche l'anno di uscita in sala giochi (1988). Rispetto all'edizione inglese il voto di Last Duel fu alzato di una decina di punti e diciamo che ci poteva stare, perchè alla fine si tratta di una discreta conversione che con qualche accorgimento in più poteva diventare valida. Ma non ci lamentiamo più di tanto visto che i programmatori della Tiertex già avevano rovinato dei miti come 1943 o Rolling Thunder. Il coin-op all'epoca me lo sono giocato e devo dire che questo porting lo ricorda abbastanza, sopratutto sui fondali che possiedono una buona varietà e dettaglio, non altrettanto si può dire dei nemici che boss a parte risultano semplificati sia nella quantità che nella qualità. Nel arcade ogni livello ha nemici nuovi, qui si incontrano gli stessi dei primi livelli per tutto il gioco (la versione Amstrad possiede più varietà),considerando che c'è il multiload non è una bella cosa, visto che Led Storm in un singolo caricamento ne offriva di più. Per quanto riguarda il gameplay c'è da evidenziare la possibilità di giocare in doppio, cosa non di poco conto. La frenesia però non raggiunge i livelli dell originale perchè i nemici su schermo sono in numero minore (niente nutrite formazioni da distruggere nei livelli spaziali), inoltre i fondali sono meno animati (assenti le lingue di fuoco oppure le mattonelle scivolose). I livelli ci sono tutti purtroppo manca il commento sonoro durante il gioco, gli effetti sonori comunque sono da preistoria del C 64. Vista la carenza di buoni verticali e il gameplay che prova a differenziarsi dalla massa con 2 sezioni ben distinte, diciamo che Last Duel si può considerare un discreto esempio del genere su 64."
- Scritto da shippo76
Ult. Commento Art.
C64 & Pirateria #00: Introduzione
"Molte di quelle riviste con cassetta contenevano anche recensioni di giochi "ufficiali" e altri articoli; ho scoperto (magari lo sapevate già, ma non mi pare che se ne parli in questo sito) che alcune di queste recensioni sono traduzioni più o ..."
- Scritto da Kirie e Leison
Ospitato su