Commodore 64 - Periferiche

C= 1702Monitor 1701-2

Monitor "Classico" per l'utilizzo insieme ad un Commodore 64, dispone sia di ingresso Composito (posto sul davanti) sia Luma/Croma (che invece e' posto sul retro). Esteticamente i modelli 1701 e 1702 appaiono simili, mentre per quanto riguarda le parti interne pare che sussistano alcune differenze in relazione alla schermatura contro le interferenze e l'utilizzo di due tubi catodici diversi.

Notoriamente la Commodore non aveva impianti per la progettazione e costruzione di Monitor essendo il MOS specializzato nella creazione di CHIP e Computer, per cui il 1701-2, come altri Monitor marchiati C= era realizzato da societa' esterne, prevalentemente giapponesi, e poi rimarchiato.

C= 1541Drive 1541

Il Drive 1541 e' una vera e propria unita' intelligente, dotata di una propria CPU e di un proprio Sistema Operativo. Utilizza Floppy da 5' 1/4 formattabili a 170K per lato. Il Drive 1541 non si distingue per essere particolarmente veloce, anche a causa della volonta' della Commodore di rendere il Drive compatibile anche con l'obsoleto Vic-20. Per ovviare al problema si diffusero una serie di cartucce, come ad esempio l'Action Replay, in grado accelerare il caricamento portandolo da 300 a 10.000 byte al secondo .

Tra le curiosita' possiamo ricordare che in seguito alla decisione, dettata da motivi puramente grafici, di stampare la scritta "154I", cioe' con la lettera "I" al posto del numero "1", ancora esistono equivoci riguardo alla sua reale dicitura.

1541-IIDrive 1541-II

Nel 1988 la Commodore mette a frutto le esperienze acquisite con il modello 1541 e realizza una versione migliorata del drive. Viene così commercializzato il 1541-II, che presenta il vantaggio di una maggiore affidabilità e silenziosità rispetto al modello precedente.

Una ulteriore modifica rispetto al 1541 era costituita dall'impiego di un alimentatore esterno, utile per tenere le fonti di calore lontano dalle meccaniche, preservandole da un eccessivo riscaldamento che alla lunga avrebbe potuto danneggiarle. Inoltre, in virtù di questa scelta progettuale, le dimensioni del 1541-II risultavano più contenute, rendendolo più agile e meno ingombrante da disporre sul piano di lavoro.

Commodore DatassetteDatasette 1530

Nonostante non fosse un fulmine di guerra e quindi grazie soprattutto alla sua economicita', il Datasette e' stata la memoria di massa maggiormente diffusa in Italia ed in Europa.

I tempi di caricamento estremamente lunghi indussero le Software House a realizzare dei loader particolari in grado di visualizzare una immagine Bitmap e di riprodurre una musica durante il caricamento, per rendere meno tediosa l'attesa. Il sistema Invade-a-Load invece permetteva addirittura di giocare ad un clone di Space Invaders.

La presenza di una disparata libreria di utility Turbo rendeva pero' molto piu' sopportabile l'attesa, riducendola di circa dieci volte.

1350/1Mouse 1350/1351

Il Mouse 1350 non puo' essere considerato un mouse nel vero senso della parola. La riproduzione del movimento sul piano del tavolo avviene scomponendo il segnale in impulsi analoghi a quelli del joystick, corrispondenti a brevi spostamenti nelle otto direzioni. Cio' permette di utilizzare il 1350 con qualsiasi applicazione che supporti il joystick come dispositivo di puntamento; di contro, non si ha l'immediatezza e la comodita' d'uso di un vero mouse proporzionale.

Il Mouse 1351 e' il mouse proporzionale per il Commodore 64; il suo funzionamento viene gestito tramite il SID, in maniera non dissimile da una coppia di paddle. Il suo utilizzo tipico e' come sistema di puntamento per il GEOS, ma e' supportato anche da alcuni giochi. E' prevista anche una modalita' compatibile 1350, onde poterlo utilizzare con le applicazioni compatibili solamente con il joystick.

1350/1Plotter 1520

Il Commodore 1520 è un plotter prodotto dalla Commodore e utilizzabile per la stampa di grafici, schemi e diagrammi. Basato su interfaccia seriale IEC è compatibile con gli 8-bit della Commodore VIC-20, C64, C128, C16, C116 e Plus/4.

I colori disponibili per la stampa erano 4 e la stampa avveniva su piccoli rotoli di carta tipo quelli utilizzati da piccole calcolatrici, dalle dimensioni di 114mm.

Fonte: Commodore Info Page

MPS 803MPS 801/802/803

La MPS 800 è una serie di stampanti ad aghi prodotta dalla Commodore. Per il collegamento viene utilizzata l'interfaccia seriale IEC ed è compatibile VIC 20, C64, C128, C16, C116 and Plus/4.

Il modello era disponibile nei colori beige e nero, evidentemente per adattarsi al colore dei vari modelli di computer ai quali poteva essere abbinata.

Fonte: Commodore Info Page

JoystickJoystick

Durante la fase di progettazione del Commodore 64 fu naturale la scelta di adottare come connettore il 9 PIN "D", reso diffusissimo dall'enorme successo dell'Atari 2600 e già utilizzato in precedenza per il Vic20.

Rispetto a quest'ultimo però il C64 aveva 2 porte invece che una. Il Joystick accettava 8 direzioni e un pulsante di fuoco fornendo una gamma di movimento largamente accettabile per le esigenze dei videogiochi di quegli anni. La Commodore produsse alcuni modelli di Joystick, lasciando però di fatto a terze parti questo mercato; non poteva essere altrimenti dato che si tratta di una periferica universale. I modelli più diffusi ed economici erano caratterizzati da una qualità piuttosto scarsa, e basati sul sistema a "bolle" (il circuito era attivato tramite pressione di una lamina di metallo).

Nel tempo tuttavia, di pari passo con le crescenti esigenze dei videogiocatori, si andarono diffondendo i Joystick a microswitch (interruttori), molto più precisi, affidabili e resistenti, oltrechè generalmente riparabili in caso di guasto a differenza dei primi.

PaddlePaddle

Oltre al joystick, il Commodore 64 prevede anche la possibilità di utilizzare le Paddle, naturalmente sempre tramite il collegamento al 9 PIN "D" (al contrario il C16 ed il +4 non sono predisposte per utilizzare questa periferica).

Le Paddle, che sono sempre disponibili in coppia, forniscono una resistenza variabile su due linee della porta e i circuiti presenti sul computer si occupano di calcolare i valori digitali che corrispondono al livello del voltaggio (tale funzione è demandata al VIC nel Vic-20 e al SID nel C64).

E' opportuno sottolineare che soltanto una manciata di giochi è adatto e supporta questa periferica, tra i quali annoveriamo: Kickman, Night Driver, Omega Battle (Omega Race), Clowns, Le Mans, Arkanoid, Pinball Spectalar, Sea Wolf e Questron.

Fonte: COMPUTE!'s Gazette, Issue 21, March 1985

Foto delle periferiche tratte da c64-wiki.de
Commodore 64
Utenti Online
Ciao, ospite!
(Login | Registrati)

Cerca un gioco
Random Game
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Turrican II: The Final Fight
"Probabilmente il miglior gioco mai uscito per C64. Di gran lunga migliore del primo (dove a tratti mi risultava un pò ripetitivo). Come dimenticare gli enormi mostri presenti in ciascun livello o il boss finale (una vera opera d'arte). Penso che Manfred Trenz abbia spinto il C64 ai suoi limiti (e forse anche qualcosina oltre con qualche trucchetto di programmazione). Penso di averlo terminato una ventina di volte (arrivando a fine gioco con oltre 85 vite a disposizione). Semplicemente un capolavoro!!"
- Scritto da Ste78
Ult. Commento Art.
I Drive Commodore
"Rileggendo questo articolo che avevo scritto ormai molti anni fa, ritengo utile riportare qualche precisazione. L'analisi qui riportata in merito all'affidabilità dei 1541 è valida dal punto di vista software, quindi posso tuttora ..."
- Scritto da MarC-ello
Ospitato su