Intervista a Roberto La Ragione
Articolo di Raffox, pubblicato il 12-10-2012.
Categoria: Interviste.

Roberto La Ragione Sturmtruppen C64

Nell'arduo intento di raccogliere maggiori dettagli su un videogame che tanti di noi avrebbero voluto vedere pubblicato, ci siamo imbattuti proprio nell'autore di Sturmtruppen (cfr.: GTW64), il programmatore milanese Roberto La Ragione. Gli abbiamo perciò chiesto di condividere la sua esperienza col Commodore 64 e la genesi di un progetto tanto interessante quanto sfortunato.

La nostra volontà sarebbe quella di riuscire a integrare in quest'intervista anche le testimonianze degli altri sviluppatori coinvolti nel progetto così da avere un quadro completo a 360° su un gioco che mai fu. 


Ciao Roberto! Intanto grazie per la disponibilità e il tempo dedicato. Vorrei iniziare chiedendoti come è avvenuto il tuo avvicinamento al C64 e al mondo dell'informatica.

Ciao a tutti i lettori di Ready64, mi chiamo Roberto La Ragione e da giovane ho iniziato a sviluppare programmi e demo direttamente col C64, il mio primo vero PC di casa, dopo aver comprato tutte le console a disposizione in quel momento (Atari2600, Intellivision & Coleco).

Ho iniziato a interessarmi al C64 come hacker, insieme a un gruppo di ragazzi che "sbloccavano" i giochi (il mio nickname era RobyOneKenoby, del 2703 Group). Iniziai a studiare il codice altrui per capire come eliminare le protezioni. Inoltre mi divertivo a realizzare dei demo, cercando di sfruttar al massimo le potenzialità della macchina. Ricordo che a quei tempi uscivano i giochi in edicola, tradotti in italiano, erano praticamente tutti modificati da me e da alcuni miei amici… da lì il passo è stato breve per iniziare a sviluppare qualcosa di mio.

Come sei venuto in contatto con Antonio Farina e la sua software house Idea? Hai qualche dettaglio riguardo l'organizzazione della società che pensi sia giusto condividere coi nostri lettori?

Antonio Farina, con la sua software house IDEA, è stato uno dei primissimi precursori dei videogiochi in Italia. A quei tempi non c'era praticamente nulla o quasi in Italia che assomigliasse neppure lontanamente a ciò che sarebbe poi diventata una società famosa e affermata come la Milestone, la quale attualmente è diventata il colosso che ha sviluppato titoli famosi per Electronic Arts.

A quei tempi i pochi programmatori italiani si contavano veramente sulla punta delle dita. Ebbi modo d’incontrare Antonio Farina durante una visita a una fiera, tramite la società di distribuzione Leader. Da quell’incontro è nata la nostra collaborazione.

Come è nata l'idea di scrivere Sturmtruppen? In cosa consisteva il game?

Il gioco di Sturmtruppen è nato proprio da un’idea di Antonio Farina, il quale aveva pensato di sviluppare una serie di titoli ispirati espressamente dal mondo dell'editoria e che potevano essere facilmente portabili sia sul C64 che sull'Amiga. Antonio successivamente giunse a un accordo con Bonvi per Lupo Alberto & Sturmtruppen… io scelsi di programmare Sturmtruppen in quanto ero un grande fan del fumetto.

Il tuo ruolo era di programmatore del game, ricordi come hai organizzato il lavoro? I tempi di programmazione? Qualche nota o episodio particolare che ricordi durante la fase di realizzazione?

Esatto! Io ero il coder ufficiale della versione per C64 mentre un mio amico, Lodovico Benvenuto, era il coder della versione per Amiga. Dapprima ho iniziato lo sviluppo del gioco senza grafica in quanto il grafico era impegnatissimo a tirar fuori il meglio di sè per il progetto, cercando di ricreare al meglio i personaggi del fumetto e le ambientazioni da implementare nel platform. All'inizio è stata dura ma dopo circa 6-8 mesi il gioco ha iniziato a prendere forma. Mi ricordo che la grafica l'abbiamo rimaneggiata parecchie volte perché volevamo cercare di realizzare a tutti i costi un buon gioco… e poi, a essere sincero, io ci tenevo particolarmente a fare bella figura essendo, come dicevo poc'anzi, un fan di Bonvi e dei suoi fumetti.

Sturmtruppen

Riguardo l'aspetto visivo e sonoro del game cosa puoi raccontarci? Era stata implementata qualche routine particolare?

Riguardo l’aspetto visivo si stava studiando la possibilità di abbinamenti di colori e forme che rendessero il gioco graficamente più accattivante e allo stesso tempo pieno di sfumature originali (ndr. un po' come in Creatures per intenderci). In merito invece all’aspetto sonoro, il gioco presentava una melodia di tutto rispetto, composta utilizzando un soundtracker a 16 canali, ottenuti mixando i 3 di cui è dotato il SID.

Ci puoi raccontare il motivo per il quale Sturmtruppen non è mai stato pubblicato?

Sturmtruppen alla fine era stato praticamente ultimato ma per ragioni a me sconosciute il publisher ha deciso di non pubblicarlo. La motivazione in effetti non l'ho mai scoperta però so che la versione Amiga alla fine è stata pubblicata.

Locandina della Leader di Sturmtruppen

(La locandina del videogame)

Hai avuto qualche ulteriore progetto in cantiere per il C64 oltre a Sturmtruppen?

Alla fine ci sono rimasto un po' male che il gioco a cui tanto tenevo non fosse stato pubblicato e quindi sono andato avanti a fare demo per C64. Nel frattempo però comprai un Amiga e anche su questo nuovo computer iniziai a fare un gioco presentandolo poi ad Antonio Farina che però decise di non pubblicarlo.

Eri in contatto con qualche personaggio della scena italiana del C64?

Beh diciamo non direttamente ma in qualche modo, essendo il periodo di attività il medesimo, avevo conosciuto la Simulmondo di Francesco Carlà e, successivamente, anche alcuni ragazzi che poi andarono a lavorare in Milestone. Tutt'oggi continuo a vedere i miei vecchi amici del mondo hacker e di alcuni sviluppatori che sono cresciuti successivamente su altre piattaforme.

Oggi di cosa ti occupi?

Io e i miei collaboratori lavoriamo nel settore Mobile & Smartphone oramai da 13 anni. Adesso continuo a sviluppare videogiochi e applicazioni ma su mobile. Infatti sono il co-fondatore di una nuova azienda chiamata Insane4Games (www.insane4.com).

Ringraziamo Roberto per la disponibilità e il tempo dedicato a questa breve ma interessante intervista.

Siamo certi di aver soddisfatto la sete di verità di molti lettori, gettando un significativo raggio di luce su una questione rimasta per molto tempo irrisolta. Naturalmente qualcuno si starà domandando se sia possibile recuperare il master del gioco o, almeno, qualche frammento del codice, della grafica o le melodie. Purtroppo alla nostra richiesta Roberto ha risposto: "Non ho più nulla, quando cambiai casa mi hanno rotto il C64 e l'ho buttato via, mi dispiace!".

Chissà se gli altri ragazzi convolti nel progetto saranno ancora in possesso del programma... o parti di esso. Speriamo di potervi aggiornare, prima o poi, con qualche ulteriore novità interessante. 


Aggiornamento - 26 ottobre 2012

A seguito di "pressanti" richieste di moltissimi utenti abbiamo provato a spremere ulteriormente le meningi del povero Roberto... riuscendo a racimolare qualche altra piccola notizia interessante.

Riguardo Sturmtruppen, su internet si rilevano informazioni confuse e discordanti in merito a chi ha fatto cosa... Ricordi i nomi del grafico o del musicista che collaborarono alla realizzazione della versione per C64?

Non me lo ricordo mi dispiace ... a pensarci bene però ricordo che il grafico apparteneva al team di IDEA e che abitava in zona Gorgonzola, vicino Milano. Mi ricordo che aveva lavorato molto per cercare di creare un nuovo effetto 'sfumatura' dei colori. Inoltre ricordo bene che gli scenari del gioco erano molto belli e colorati. Praticamente il gioco si ambientava su vari livelli: a piedi, con la jeep e con l'aereo se non ricordo male.

Sturmtruppen

Sturmtruppen

Sturmtruppen

Ok, grazie alle tue informazioni abbiamo avuto conferma che il grafico sia stato proprio Paolo Galimberti, del resto quanti grafici talentuosi potevano mai esserci a Gorgonzola! Anzi, in realtà, potremmo direttamente affermare che grafica e musica siano state curate proprio dalla stessa persona. Ma andiamo avanti... Ti risulta che Farina e la Leader avessero avuto dei dissidi, a causa dei quali saltò la pubblicazione di Sturmtruppen?

Questo assolutamente non lo so... ma per quel che credo io, non penso sia andata così.

Alcuni lettori hanno espresso il desiderio di conoscere qualche notiziola in più su 2703.
In particolare: Perchè quel nome? Chi era? Come vi mantenevate in contatto?
Abitavate nella stessa città o frequentavano le stesse BBS?

2703 era un mio caro mio amico, nonché hacker principale del gruppo. Il suo nick name, il numero 2703, deriva dalla data del suo compleanno, che cade il 27 marzo appunto. Il gruppo si era formato dopo un po' di anni ed erano tutti amici interni che vivevano a Milano oppure nell'hinterland ed erano legati principalmente a un tipo che allora distribuiva software, vendendolo piratato. Si chiamava Piersoft.

A oggi 2703 è rimasto il mio migliore amico e ci vediamo ancora spesso.

Io sono nato come hacker e Overkiller/HF ai tempi distribuiva i giochi sprotetti da me.

A proposito della tua attività attuale cosa mi puoi raccontare?

A me piacerebbe tanto riproporre qualche vecchio gioco del C64 in versione moderna, per Iphone & Android. Questo è il link alla mia società di videogames: www.insane4.com

Abbiamo fatto un bel po' di giochi per cellulari, oramai sono 13 anni che sviluppo software per mobile.

Insane 4 Games è un brand di Bitween, l'azienda con cui sviluppiamo le app... abbiamo solo deciso di separare i due business.

Per il momento è tutto. Ringraziamo ancora Roberto per le ulteriori notizie che è riuscito a regalarci. Speriamo di aver soddisfatto la curiosità dei lettori!

| | Share
Commenti
Commenta gioco Ci sono 6 commenti per questo articolo. Registrati se vuoi lasciarne uno.
Ecco chi era RobyOneKenoby :) Speriamo di poter approfondire un pò anche l'aspetto relativo al cracking, se Roberto vorrà.
# - postato da Roberto - 12 October 2012 [06:57]
Forte questa intervista, compresa la rivelazione riguardo al 2703 Group. Sì, in effetti anch'io chiederei a gran voce (!) qualche approfondimento relativo a quel periodo, se possibile.
# - postato da AndreaP - 12 October 2012 [07:16]
Fantastica intervista, anche questa volta minuti internet spesi molto bene direi. E' sempre un piacere navigare tra queste pagine! Complimenti !!! (ho messo 3 punti esclamativi) :)
# - postato da Bostik - 13 October 2012 [00:06]
Io sarei interessato a un approfondimento proprio in relazione ai 2703. Perchè quel nome? Chi erano? Come si mantenevano in contatto (erano della stessa città? BBS?)? Sarebbe bello raggiungerli per avere una bella testimonianza dell'epoca.
# - postato da ecstaticax - 17 October 2012 [06:13]
Intervista interessantissima, a questo punto credo potrebbe essere interessante far parlare lo stesso 2703, se fosse disponibile.
# - postato da Aemilius - 28 October 2012 [12:29]
Ringrazio lo staff di Ready64 per aver dato ascolto alla mia richiesta. Per 30 anni mi sono chiesto chi fosse questo benedetto team 2703, dato che un bel po' di giochi in turbo tape prima e su disco dopo, presentava questo nome nei crediti iniziali. Un po' come i famosi GCS. German Cracking Service. Mi unisco alla richiesta di Aemilius: sarebbe bello poter sentire la voce diretta di 2703. Relativamente a Piersoft: mi pare si trattasse di un parrucchiere con la passione del crack? In ogni caso, grazie ancora.
# - postato da ecstaticax - 05 November 2012 [23:33]
Commodore 64
Utenti Online
Ciao, ospite!
(Login | Registrati)

Cerca un gioco
Random Game
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Bloodwych
"Cavoli, ma nessuno ha mai giocato Bloodwych? Buon Dio, ricordo ancora quanto ho consumato una cassetta da 10 minuti per i salvataggi. Un gioco che già prima di iniziare mi faceva godere (la scelta dei personaggi era una parte che adoravo). Complicato al punto giusto, sapeva dar gioie agli intrepidi e mazzate agli stupidi. Io, ovviamente, facevo parte un pò entrambe le categorie, ma l'ho giocato davvero fino allo sfinimento. Fino a quando, un compagno di scuola non mi portò a casa sua e mi fece provare "Eye of the Beholder II" su Amiga...."
- Scritto da Nicco
Ult. Commento Art.
C64 & Pirateria #00: Introduzione
"Molte di quelle riviste con cassetta contenevano anche recensioni di giochi "ufficiali" e altri articoli; ho scoperto (magari lo sapevate già, ma non mi pare che se ne parli in questo sito) che alcune di queste recensioni sono traduzioni più o ..."
- Scritto da Kirie e Leison
Ospitato su